Modern

Nata come ribellione nei confronti della danza accademica a partire dalla fine del XIX secolo, ritenuta troppo rigida e schematica, la danza moderna intendeva procedere alla ricerca di una danza libera che veniva spesso praticata in spazi non teatrali, per marcare un forte contrasto con lo sfarzo dei grandi balletti.

Loïe Fuller, Isadora Duncan e Ruth St. Denis, poi seguite da Martha Graham e Doris Humphrey, si imposero sulla scena mondiale sviluppando particolari stili di danza libera che poi diedero origine ad una modern dance caratterizzata da una propria estetica e da propri schemi espressivi ed educativi.

La danza moderna non rifiuta l'utilizzo innaturale del corpo, tuttavia preferisce movimenti lineari.

Si valorizzano il gesto e il movimento che esprimano la personalità del danzatore a partire dalla naturalità.

 

Le classi di modern vengono suddivise in amatoriali e professionali, gli allievi hanno accesso alle classi professionali tramite selezione e vengono creati programmi di studio specifici in base agli obiettivi.

Età minima di accesso alle classi: 6 anni

INSEGNANTI

© 2019 by Chiara Ioculano.